Luca Patanè

Luca PatanèLuca Patanè

Conseguiti gli studi in Scienze politiche e Economia e commercio, inizia a lavorare nel turismo in Uvet nel 1989. Dopo la morte del padre (fondatore dell’agenzia di viaggi), Luca Patanè ha preso il comando dell‘Azienda come Responsabile Vendite e poi , dal 1995, come Amministratore Delegato. Sotto la sua guida Uvet Viaggi Turismo è diventato uno dei principali leader nel settore dei viaggi aziendali, trasformando così col passaggio generazionale, quella che era nata come una piccola agenzia di viaggio in un grande gruppo di impresa turistica.

Nel 1999, in piena economy attraverso un’alleanza con Tiscali, l’allora Internet company europea, vede la luce Fleet Travel.it, uno dei primi portali web dedicati ai viaggi per i mercati consumer.

Nel 2001 Uvet e American Express nel settore del corporate travel costituiscono insieme la joint venture Uvet American Express (oggi Uvet Global Business Travel) di cui Luca Patanè è Presidente.

Il Gruppo Uvet è diventato il più importante distributore di servizi turistici nel mercato italiano ed è presente dal 2003 anche in Francia, Svizzera, Romania e mercati europei del nord a seguito di una recente acquisizione di un importante OTA svedese. Nel 2011 è promotore di una nuove acquisizioni per il Gruppo che comprendono la nascita di società come Congress Lab e Jakala Events del 2013, specializzandosi così anche nell’organizzazione eventi.
Inoltre, dal 2011 promuove Fondazione Atlante insieme alla società Amadeus, diventando Presidente della Fondazione dal 2013.
Scopo della Fondazione è la volontà di promozione di progetti dedicati alla solidarietà sociale in primis, senza dimenticare la promozione delle imprese di progetti a sostegno della cultura e del patrimonio dei Beni culturali. La Fondazione si propone di utilizzare la conoscenza, la pratica e le occasioni legate al turismo come leva virtuosa di sviluppo a livello internazionale. Tra i progetti sostenuti: il restauro di tre sale di Palazzo Ducale di Mantova, il restauro della Pala del Pigello Portinari. Nel 2017 ha reso possibile, l’intero restauro di una statua di Marino Marini per il Museo del Novecento di Milano. Ha inoltre donato fondi alle popolazioni colpite dal terremoto ad Haiti nel 2010 e aiutato a ripartire con la propria attività i colleghi danneggiati dal sisma in Emilia-Romagna.

Nel 2012 diventa Presidente di Federviaggio, la Federazione di Turismo Organizzato appartenente a Confcommercio. Dal giugno 2013 ricopre anche la carica di Presidente in Confturismo - Confcommercio, l’organizzazione di livello confederale maggiormente rappresentativa del comparto turistico.

Nel Novembre 2016 viene nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in merito di aver dato vita ad un'azienda sempre in crescita e in evoluzione, in grado di creare continuamentte nuovi posti di lavoro.

Nel Dicembre 2016, gli viene conferita l'onoreficenza dell'Ambrogino d'oro dal Sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Nel 2017 acquisisce la proprietà di uno dei più importanti Tour Operator italiani, Settemari. Nel Dicembre dello stesso anno chiude l'operazione dell'acquisizione della compagnia aerea Blue Panorama.